content here is the anonymously transparent proxied version of ecb.europa.eu   X
European Central Bank - eurosystem
Opzioni di ricerca
Home Media Facciamo chiarezza Studi e pubblicazioni Statistiche Politica monetaria L’euro Pagamenti e mercati Lavorare in BCE
Suggerimenti
Ordina per

Decisioni assunte dal Consiglio direttivo della BCE (in aggiunta a quelle che fissano i tassi di interesse)

Giugno 2022

24 giugno 2022

Comunicazione esterna

Dichiarazione a seguito della riunione ad hoc del Consiglio direttivo della BCE

Il 15 giugno il Consiglio direttivo ha tenuto una riunione ad hoc per uno scambio di opinioni sull’attuale situazione dei mercati. Si rimanda al comunicato stampa disponibile sul sito Internet della BCE.

Infrastrutture di mercato e pagamenti

Rinvio dell’integrazione del mercato croato in TIPS

Il 27 maggio il Consiglio direttivo ha preso atto delle motivazioni di fondo e ha approvato il rinvio di sei mesi dell’integrazione del mercato croato nel servizio di regolamento dei pagamenti istantanei (Target instant payment settlement, TIPS), che sarà ultimata al più tardi entro la fine di giugno 2023. L’adesione pianificata della Croazia all’area dell’euro, attualmente prevista per il 1o gennaio 2023 subordinatamente alla decisione del Consiglio dell’Unione europea circa la sua conformità alle condizioni necessarie, richiederebbe l’attivazione immediata del mercato croato in TIPS al momento dell’adesione, in parallelo con la partecipazione della Hrvatska narodna banka a Target2 come banca centrale dell’area. Il rinvio è dovuto principalmente alla coincidenza con l’avvio di un importante progetto dell’Eurosistema, il consolidamento Target2/Target2-Securities (T2/T2S) nel novembre 2022, che impedirebbe le adeguate procedure di test e la migrazione a TIPS del mercato croato. Inoltre, le molteplici attività che dovranno essere effettuate dalla comunità bancaria croata per il passaggio all’euro potrebbero altresì limitarne la raggiungibilità per i pagamenti istantanei a livello transfrontaliero entro la data di adesione prevista. L’integrazione in Target2 della Hrvatska narodna banka come banca centrale dell’area dell’euro non sarà posticipata né influenzata da questa decisione.

Accordo sull’accesso delle autorità competenti al repertorio dei mancati regolamenti dell’Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (ESMA)

Il 2 giugno il Consiglio direttivo ha preso atto delle disposizioni regolamentari in base a cui i sistemi di deposito accentrato (SDA) sono tenuti a segnalare i dati sui mancati regolamenti alle banche centrali dell’UE in quanto autorità competenti, nonché dell’offerta dell’ESMA di fornire alle banche centrali dell’UE accesso gratuito ai dati sui mancati regolamenti raccolti nel suo repertorio. Il Consiglio direttivo ha quindi altresì approvato l’accordo tra l’ESMA e il Sistema europeo di banche centrali (SEBC) sull’accesso delle autorità competenti al repertorio dell’ESMA, che mette a disposizione un canale di segnalazione unico in un formato armonizzato. Il suo utilizzo eviterebbe alle singole autorità competenti di dover sviluppare un sistema informatico parallelo per raccogliere, archiviare e utilizzare i dati ricevuti dagli SDA e ridurrebbe al tempo stesso l’onere di segnalazione degli SDA. L’atto multilaterale sarà firmato a breve dall’ESMA (prestatore del servizio) e dalle banche centrali dell’UE che desiderano partecipare all’accordo.

TARGET Annual Report 2021

Il 2 giugno il Consiglio direttivo ha preso atto del TARGET Annual Report 2021, che è stato quindi pubblicato sul sito Internet della BCE insieme a un comunicato stampa. Il documento contiene informazioni in merito al traffico dei pagamenti in Target2 (T2) e al suo funzionamento, nonché ai principali sviluppi registrati nel 2021. Include inoltre sette riquadri su argomenti di particolare rilevanza nel 2021, ossia l’evoluzione del traffico dei pagamenti in T2, un aggiornamento sulle misure di raggiungibilità paneuropea del servizio TIPS, una prospettiva internazionale sui pagamenti transfrontalieri in T2, la partecipazione indiretta a T2, la verifica esterna effettuata da Deloitte degli incidenti che hanno interessato i servizi Target nel 2020, le comunicazioni operative ai partecipanti a T2, nonché un aggiornamento sul progetto di consolidamento T2/T2S e sui futuri servizi di regolamento lordo in tempo reale (real-time gross settlement, RTGS).

Rendiconto finanziario di T2S per l’esercizio 2021

Il 17 giugno il Consiglio direttivo ha approvato la pubblicazione del rendiconto finanziario di T2S per l’esercizio finanziario 2021 e ha preso atto del relativo parere del revisore esterno. Questa pubblicazione assolve l’obbligo disposto dal Contratto quadro di T2S ed è intesa a informare i clienti e i portatori di interessi di T2S, nonché il pubblico, sulla situazione finanziaria di T2S. I documenti sono disponibili sul sito Internet della BCE.

Pareri su proposte di disposizioni legislative

Parere della BCE su una proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica il regolamento (UE) n. 600/2014 per quanto riguarda il miglioramento della trasparenza dei dati di mercato, l’eliminazione degli ostacoli all’emergere di un sistema consolidato di pubblicazione, l’ottimizzazione degli obblighi di negoziazione e il divieto di ricevere pagamenti per la trasmissione degli ordini dei clienti

Il 1o giugno il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2022/19, elaborato su richiesta del Parlamento europeo e del Consiglio dell’Unione europea.

Parere della BCE sull’istituzione e sul funzionamento del punto di accesso unico europeo (European Single Access Point, ESAP)

Il 7 giugno il Consiglio direttivo ha adottato su iniziativa propria il Parere CON/2022/20.

Parere della BCE sul pagamento alla Banc Ceannais na hÉireann / Central Bank of Ireland in riferimento a talune operazioni relative all’FMI

Il 14 giugno il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2022/21, formulato su richiesta del ministro delle finanze irlandese.

Statistiche

Nuovo quadro normativo per l’archivio centralizzato sui titoli denominato Centralised Securities Database (CSDB) e la produzione di statistiche sulle emissioni di titoli

Il 19 maggio il Consiglio direttivo ha adottato i seguenti atti giuridici: a) Indirizzo BCE/2022/25 relativo all’archivio centralizzato sui titoli e alla produzione di statistiche sulle emissioni di titoli e che abroga l’Indirizzo BCE/2012/21 e l’Indirizzo (UE) 2021/834 e b) Raccomandazione BCE/2022/26 relativa all’archivio centralizzato sui titoli denominato Centralised Securities Database e alla produzione di statistiche sulle emissioni di titoli e che abroga la Raccomandazione BCE/2012/22. L’indirizzo e la raccomandazione adottati, rivolti rispettivamente alle banche centrali dell’Eurosistema e alle banche centrali nazionali dei paesi non appartenenti all’area dell’euro, sostituiscono l’indirizzo e la raccomandazione precedenti. Il nuovo quadro normativo rafforza i processi operativi del CSDB e include inoltre nuove disposizioni sulla compilazione delle statistiche relative alle emissioni di titoli basate sul CSDB, che saranno le prime statistiche ufficiali del Sistema europeo di banche centrali (SEBC) compilate direttamente da microdati in un processo di produzione gestito congiuntamente dal SEBC.

Cooperazione internazionale ed europea

Rapporto intermedio sul ruolo internazionale dell’euro

Il 19 maggio il Consiglio direttivo ha approvato il rapporto sul ruolo internazionale dell’euro e ne ha autorizzata la pubblicazione nel sito Internet della BCE. Il rapporto presenta una sintesi dell’evoluzione dell’utilizzo dell’euro da parte di non residenti nell’area dell’euro nel 2021. In linea con il ciclo di pubblicazione biennale dei rapporti completi di più ampio respiro, questa edizione è una versione intermedia incentrata essenzialmente sulle tendenze recenti. Il rapporto e il relativo comunicato stampa sono disponibili sul sito Internet della BCE.

Vigilanza bancaria della BCE

Programma di revisione prudenziale per il 2022 relativo alle ispezioni in loco e alle indagini sui modelli interni presso gli enti significativi

Il 7 giugno il Consiglio direttivo non ha sollevato obiezioni riguardo alla proposta del Consiglio di vigilanza di approvare il programma di revisione prudenziale (Supervisory Examination Programme, SEP) per il 2022 concernente le ispezioni in loco e le indagini sui modelli interni per gli enti significativi nell’ambito della vigilanza bancaria europea. La pianificazione delle ispezioni in loco si basa sulle priorità di vigilanza per il periodo 2022-2024 pubblicate sul sito Internet della BCE dedicato alla vigilanza bancaria.

Conformità agli Orientamenti destinati agli enti e alle autorità di risoluzione per migliorare la possibilità di risoluzione ai sensi degli articoli 15 e 16 della direttiva sul risanamento e sulla risoluzione delle banche (Bank Recovery and Resolution Directive, BRRD)

L’8 giugno il Consiglio direttivo non ha sollevato obiezioni riguardo alla proposta del Consiglio di vigilanza di notificare all’Autorità bancaria europea (ABE) la conformità della BCE, per gli enti significativi sottoposti alla sua vigilanza diretta, agli Orientamenti destinati agli enti e alle autorità di risoluzione per migliorare la possibilità di risoluzione ai sensi degli articoli 15 e 16 della BRRD (orientamenti in materia di possibilità di risoluzione) (ABE/GL/2022/01). Gli orientamenti sono intesi a dare attuazione ai criteri internazionali esistenti sulla possibilità di risoluzione e a fare il punto sulle migliori prassi sviluppate sinora dalle autorità di risoluzione dell’UE. In particolare, stabiliscono linee guida per migliorare la possibilità di risoluzione negli ambiti della continuità operativa durante la risoluzione, dell’accesso alle infrastrutture dei mercati finanziari, dei finanziamenti e della liquidità durante la risoluzione, dell’esecuzione del bail-in, nonché della riorganizzazione aziendale e della comunicazione.

CONTATTI

Banca centrale europea

Direzione Generale Comunicazione

La riproduzione è consentita purché venga citata la fonte.

Contatti per i media